• Home
  • Blog
  • I Gruppi elettrogeni insonorizzati

I Gruppi elettrogeni insonorizzati

I Gruppi Elettrogeni Insonorizzati - generatori di corrente insonorizzati

I gruppi elettrogeni sono macchine costituite da motore a combustione e alternatore.

Il fine dei gruppi elettronici è quello di produrre energia elettrica. Il processo prevede due fasi, che hanno a che fare con due diverse conversioni: la prima da energia termica ad energia meccanica; la seconda fase porta alla trasformazione di quest’ultima in energia elettrica. Il termine è utilizzato in ingegneria elettrica ed il processo appena descritto è anche chiamato “conversione a cascata”, per il fatto che vi siano, appunto, due diverse fasi di trasformazione.

Ecco più in dettaglio i componenti e la loro funzionalità: il “motore” è atto alla produzione di energia meccanica, a partire da un combustibile come il diesel; l’ “alternatore” converte l’energia meccanica; il “quadro elettrico” distribuisce l’energia prodotta in maniera sicura, proteggendo le utenze servite e i componenti del sistema.

Spesso queste macchine necessitano di essere insonorizzate, anche per conformarsi alla normativa italiana in campo acustico, severa e complessa. In altre parole, un gruppo elettrogeno appena uscito dalla fabbrica deve essere reso idoneo per funzionare adeguatamente nell’ambiente a cui è destinato: perciò, questi impianti vengono adeguatamente “corretti” e si parla di gruppo elettrogeno insonorizzato.

Insonorizzare generatore di corrente

In base ad uno studio d’impatto acustico, vengono decisi gli strumenti di insonorizzazione di cui la macchina deve essere provvista. Esistono diverse opere per realizzare un gruppo elettrogeno insonorizzato, anche in conseguenza del tipo e livello di attenuazione dell’inquinamento acustico richiesta. Si può provvedere a una semplice “cofanatura” di insonorizzazione, realizzabile in “versione silent” e” versione supersilent”. Laddove viene richiesta un livello di insonorizzazione elevata, come nel caso di ospedali e zone residenziali, è necessario provvedere a opere ulteriori: tra queste il posizionamento del gruppo elettrogeno insonorizzato in aree apposite, come locali con muratura fortemente insonorizzati. Questo è il caso di molti gruppi elettrogeni diesel insonorizzati: l’utilizzo di motori diesel, ossia alimentati con il gasolio, è consigliato laddove sia richiesto un uso continuo di tale macchina, 24 ore su 24, anche per giorni e giorni. In questo caso si utilizzano gruppi elettrogeni diesel insonorizzati con più di 15/20 KVa di potenza – motori a 1500 giri al minuto. Va comunque detto che tra i gruppi elettrogeni diesel insonorizzati ne esistono anche di potenze molto ridotte (8 kVa).

Tra i materiali adatti all’insonorizzazione vi può essere il poliuretano espanso; spesso una simile struttura è ricoperta anche da materiali idrorepellenti. Per quanto riguarda i sistemi di cofanatura di cui si è già parlato, invece, sono utilizzate strutture composte da profilati di lamiera, connessi l’un con l’altro da pezzi di lamiera zincata: all’interno di questi pezzi viene posizionato l’apposito materiale insonorizzante. Vi è la possibilità anche di insonorizzazione ex post: un gruppo elettrogeno insonorizzato usato è infatti una macchina la cui cofanatura viene realizzata dopo che è già stata utilizzata, spesso per poche decine di ore.