• Home
  • Blog
  • Gruppi elettrogeni: differenze in termini di prestazioni e costi tra un motore diesel ed uno a benzina

Gruppi elettrogeni: differenze in termini di prestazioni e costi tra un motore diesel ed uno a benzina

Gruppi elettrogeni: differenze in termini di prestazioni e costi tra un motore diesel ed uno a benzina

Sul mercato sono presenti svariate tipologie di gruppi elettrogeni, realizzati dalle migliori aziende del settore, che presentano soprattutto diversi tipi di alimentazione: si va dai più diffusi e consueti motori diesel e benzina, fino ai più recenti alimentati a gas o metano.

Facendo una valutazione semplicistica si potrebbe pensare solo ed esclusivamente al costo del carburante, ma ovviamente ci sono tantissimi aspetti da valutare, anche in base all’uso che viene richiesto e quindi alla potenza del motore.

Partiamo dai più diffusi, i modelli diesel, sono ideati per un utilizzo intensivo e di lungo termine, perché i loro motori assicurano in genere longevità superiore e manutenzioni ridotte, avendo un rapporto di compressione molto superiore a quello dei motori a benzina erogano la massima coppia già a bassi regimi. Non presentano la complessità di quelli a benzina, perché non hanno le stesse parti meccaniche ed elettriche della distribuzione, andando in contro a minori problemi di guasti e messe a punto meno frequenti. Di contro c’è da dire che non sono i meno rumorosi e generalmente all’acquisto non si presentano come i più economici.

I modelli a benzina si adattano meglio ad un uso domestico, perché in genere più silenziosi e con un prezzo d’acquisto più basso. Nello specifico hanno dimensione e peso inferiore, producono meno vibrazioni e risultano meno rumorosi. Questi modelli tendono a lavorare a regimi più elevati e questo potrebbe causare guasti e manutenzioni più frequenti. Si adattano ad un utilizzo annuale meno assiduo e presentano un costo sensibilmente più basso rispetto ad un modello diesel di pari potenza elettrica, che però consuma meno.

Questi modelli, a differenza di quelli a gas o metano, hanno il vantaggio non da poco, di poter conservare facilmente il carburante di riserva in appositi ed idonei contenitori.